Controindicazioni elettrostimolatore

Quali sono le controindicazioni di un elettrostimolatore? Ci sono dei rischi per la salute da parte di chi ne fa uso e se sì quali? L’obiettivo di un fisico tonico e asciutto è ciò che hanno in mente quanti ricorrono all’elettrostimolazione. In realtà questo trattamento interessa altri contesti oltre al settore del benessere.

Gli elettrostimolatori prevedono principalmente tre ambiti operativi: c’è l’impiego a carattere terapeutico, l’uso sportivo e l’elettrostimolazione per finalità estetiche. I dispositivi sono generalmente adoperati per l’incremento della massa muscolare, per renderla più tonica e per promuovere percorsi di dimagrimento.

Per gli appassionati di sport è una risorsa che consente il potenziamento delle prestazioni. Perché se ne possa sfruttare a pieno le qualità, vanno tuttavia valutati vantaggi e limiti del dispositivo.

Come funziona l’elettrostimolazione e le modalità d’uso

Il funzionamento dell’elettrostimolatore è composto da una serie di semplici passaggi, il primo dei quali coincide con l’applicazione degli elettrodi sull’area del corpo di proprio interesse.

Gli elettrodi sono connessi all’apparecchiatura che svolge la funzione di invio e controllo (per tipo, intensità e frequenza) dell’impulso elettrico volto alla contrazione muscolare. Le prime applicazioni di questa tecnica hanno riguardato contesti riabilitativi.

Gli impulsi prodotti dall’elettrostimolatore sono a bassa frequenza e perché la stimolazione muscolare avvenga correttamente è indispensabile un adeguato posizionamento degli elettrodi.

Poiché l’elettrostimolazione prevede diversi ambiti applicativi, vanno usati i criteri idonei alla finalità. Ciò significa operare su parametri quali tipologia di segnale, intensità, frequenza e durata.

L’uso degli elettrostimolatori deve risultare coerente con lo scopo, che determina tempi e modalità. Di solito non conviene un impiego quotidiano sempre sui medesimi gruppi muscolari. È inoltre appropriata l’associazione all’attività fisica e a una corretta alimentazione.

Uno degli errori più comuni è ritenere l’elettrostimolatore un sostituto dell’allenamento, rappresenta piuttosto un prezioso alleato. L’utente non deve inoltre farsi prendere dalla fretta, i risultati richiedono tempo, prima di 4/5 settimane è difficile percepire effetti di rilievo.

Dimagrire con gli elettrostimolatori muscolari

In molti si avvicinano al mondo dell’elettrostimolazione per realizzare programmi di dimagrimento. La soluzione adoperata, in questi casi, è la lipolisi che permette di tonificare e delineare determinate zone del corpo. Il trattamento consente di migliorare la circolazione e rassodare la muscolatura.

Ma possono trarre grande giovamento dall’elettrostimolazione anche quanti vogliono ridurre dolori cervicali e lombari, accusano difficoltà circolatorie o semplicemente intendono ravvivare le fasce muscolari. Una struttura muscolare più solida consente la prevenzione di alcuni dolori correlati alla postura e di lesioni.

I contro degli elettrostimolatori: quali sono i rischi

Quali sono allora le controindicazioni di un elettrostimolatore? L’elettrostimolazione, come ogni altra pratica, prevede dei requisiti d’accesso da rispettare. È anzitutto sconsigliata ai minorenni e a coloro che sono in fase di sviluppo.

Risultano poi esclusi dal pubblico di riferimento quanti hanno difficoltà cardiache (come ad esempio i portatori di pacemaker), soffrono di epilessia, gestanti, hanno subito ischemie, presentano ferite o sono soggetti a gravi problemi di salute. Qualora l’utente abbia comunque dei dubbi, consigliamo la consultazione del manuale d’uso del dispositivo e soprattutto di rivolgersi al proprio medico di famiglia.

Se l’uso avviene correttamente, non ci sono controindicazioni di un elettrostimolatore. Tra le avvertenze rileviamo che gli elettrodi non vanno posti in vicinanza di protesi, lesioni, infezioni e flebiti. Gli utilizzatori con una pelle molto sensibile potrebbero avere degli arrossamenti in corrispondenza della zona in cui sono posti gli elettrodi.

Condividi "Controindicazioni elettrostimolatore" sui Social!